Tifosi

In attesa di sapere chi vince tra i tifosi dell’accoglienza senza integrazione e i tifosi della sicurezza senza umanità, sappiamo con certezza chi ha perso: il migrante.

In attesa di sapere chi vince tra i tifosi della precarizzazione per i profitti del padronato e i tifosi dei lavoretti a fini statistici, sappiamo con certezza chi ha perso: il giovane/disoccupato.

In attesa di sapere chi vince tra i tifosi della produzione anche se inquinante e i tifosi dell’occupazione anche se pericolosa, sappiamo con certezza chi ha perso: l’operaio/cittadino.

In attesa di sapere chi vince tra i tifosi dei privilegi e i tifosi dell’equilibrio e dei compromessi, sappiamo con certezza chi ha perso: l’oppresso.

In attesa di conoscere chi vince tra i tifosi di una Chiesa preconciliare e i tifosi di una Chiesa che aiuta ma non denuncia e non condivide, sappiamo con certezza chi ha perso: Cristo e il povero.

Infatti “Gesù è stato follia per i sapienti, scandalo per i pii e sobillatore per i detentori del potere” (1).

(1) (Jürgen Moltmann, Il Dio crocifisso, trad. D. Pezzetta, Queriniana, Brescia 2013, p 35)